· 

VIAGGIO: WEEK END AD ANCONA

di Matteo Iannaccone

Attraversata distrattamente da chi si imbarca per la Croazia o da chi visita le Marche per le spiagge della Riviera del Cònero, Ancona ha invece molto da offrire: gioielli di arte e architettura, alcune chiese eccezionali, panorami e spazi verdi, ottima cucina e la tradizionale e sincera ospitalità marchigiana. Poi Ancona ha una particolarità: è l’unica città italiana da cui si può ammirare sia l’alba sia il tramonto sul mare. E il punto privilegiato di questa osservazione è il Duomo di San Ciriaco, splendida cattedrale romanico-bizantina a picco sul mare. Da questo, che è il punto più alto della città, scendendo verso il porto si incontrano l’armonica Piazza del Plebiscito, il parco del Passetto, la Chiesa di Santa Maria della Piazza per poi giungere all'Arco di Traiano e alla Mole Vanvitelliana. In questo articolo vi lascio alcuni consigli su cosa poter vedere durante una vacanza o un week end ad Ancona.

COSA VEDERE


FONTANA DEL CALAMO

Sul luogo sorgeva già anticamente una fontana in epoca greca, che venne inglobata nelle mura cittadine durante il Medioevo.

Demolita nel 1503, venne ricostruita, in stile rinascimentale-manierista, su disegno dell'architetto Pellegrino Tibaldi fra il 1559 e il 1560 e realizzata da maestranze recanatesi.

Oggi la fontana riceve le acque dell'acquedotto cittadino, ma, anticamente, attingeva l'acqua da una grande cisterna posta sotto il muro alle sue spalle; la cisterna riceveva le acque dall'acquedotto proveniente da Monte Conero. Essa, oggi, è vuota, ma visitabile tramite un passaggio che si apre alla destra della fontana.

Secondo un'antica tradizione, il viaggiatore che volesse tornare in città dovrebbe bere l'acqua che sgorga dalla fontana.

MOLE VANVITELLIANA

La Mole Vanvitelliana di Ancona, che in città tutti continuano a chiamare Lazzaretto, ha svolto nei secoli diverse funzioni. Le mura pentagonali di questa struttura furono progettate da Carlo Vanvitelli su incarico di Papa Clemente XII con l’obiettivo di farne un magazzino per le merci in arrivo nel porto, una struttura a difesa della città e, soprattutto, un Lazzaretto dove tenere in quarantene le persone che provenivano da paesi considerati a rischio o sconosciuti.

Venne costruita su un’isola artificiale di circa 20.000 mq a cui si accedeva solo via mare, fino alla costruzione nel 1800 di un ponte. All'interno la Mole è organizzata come una piccola città, con la piazza al centro della quale c’è un tempio neo-classico dedicato a S. Rocco, protettore degli appestati. In realtà si tratta anche di un geniale sistema di cisterne sotterranee che alimentavano la cittadella. Oggi la Mole è soprattutto luogo di eventi e manifestazioni culturali. Per apprezzarne la vista dall'alto consiglia il Belvedere Casanova, nel quartiere Capodimonte.

IL PASSETTO

Pineta e parco per chi vuole passeggiare in primavera o autunno, punto di osservazione sulle burrasche dell’Adriatico in inverno, zona per ripararsi dal caldo e andare al mare in estate. Questo è il Passetto, rione di Ancona con un parco verde in straordinaria posizione panoramica affacciata sul mare cittadino e sul Cònero.

MONUMENTO AI CADUTI

Il centro del rione è il Monumento ai caduti, un tempietto di inizio del 1930 costruito per commemorare i caduti della Prima guerra mondiale. Dal monumento a piedi attraverso due lunghe scalinate scavate nella roccia o con l’ascensore si arriva al mare. La zona è attrezzata con stabilimenti, piscine, una pista di pattinaggio ed è molto frequentata dagli anconetani, soprattutto per la facilità di accesso. Di sera si anima grazie ai locali costruiti su palafitte, direttamente in acqua.

ARCO DI TRAIANO

 

Inglobato com'è nel porto attuale, serve un po’ di immaginazione per risalire alla collocazione originaria dell’Arco di Traiano e alla sua stretta relazione con il mare.

Fu fatto costruire 100 a.C. dal Senato di Roma in onore dell’Imperatore Traiano che aveva, a proprie spese, allargato il porto di Ancona affinché i naviganti provenienti da Oriente avessero in Italia un approdo più sicuro.

All'epoca della costruzione si trovava sul mare ed era visibile da tutte le navi in arrivo, che ad ogni ingresso nel porto dovevano versare 700 baiocchi per contribuire alla sua manutenzione.

Rispetto agli stessi archi romani sparsi per l’Europa, quello di Ancona è molto più slanciato ed elegante.

Grazie al recupero ottenuto con i lavori del 2006, il marmo bianco con cui è costruito è tornato a splendere. 

Una sapiente illuminazione notturna lo rende meta di passeggiate serali da parte di anconetani e turisti.

IL PORTO

Il porto di Ancona è uno dei principali porti passeggeri dell’Adriatico, con servizi regolari che collegano Ancona a Spalato, Durazzo, Igoumenitsa e Patrasso. Posizionato nel centro della città, a poca distanza dalle linee urbane dirette alla stazione ferroviaria, e con indicazioni stradali precise verso gli assi di grande comunicazione, il porto è punto di passaggio di flussi di merci e passeggeri di rilevanza continentale con oltre 1 milione di transiti annuali.

COLLINE MARCHIGIANE

Un turista desideroso di curiosare per le strade e i colli della terra marchigiana, può godere della spettacolare alternanza di colori creato dalle varie coltivazioni, dai frutteti e anche dalle vaste macchie monocromatiche delle monocolture a cereali che si estendono lungo le pareti inclinate dei colli, coltivazioni che cambiano il paesaggio con l'alternanza delle stagioni. Immersi in questo quieto paesaggio antiche cittadine continuano a vivere in un continuum fra passato, presente e futuro, che conferisce loro un aspetto austero e nobile; una continuità sempre più difficile da trovare e da mantenere ai nostri giorni e diventata ormai frattura insanabile per moltissimi centri urbani italiani.


DOVE MANGIARE


AMELIE

Situato ad Ancona, il Ristorante Amelie propone specialità a base di pesce fresco. Per gli amanti della cucina mediterranea e dei sapori di mare, gli chef propongono piatti realizzati con pescato del giorno come alici marinate, salmone affumicato, ragusi in porchetta, spaghetti con vongole, filetto dell'Adriatico, trancio di spada alla griglia, da accompagnare a vino del territorio.

VINO E CUCINA MISCIA

Il menu del ristorante tiene conto che si lavora tutto l’anno e non solo pochi mesi come chi si affida all'offerta turistica. Il menu è condizionato dall'offerta del mercato, per esempio: antipasti della tradizione Miscia, piovra con patate e timo, insalata di mare, verdure croccanti, sauté di moscioli; chitarrine con ragù bianco di mare, tagliatelle nere con fiori di zucca e pesce, ravioli con ricotta limone pomodorini e mazzancolle, spaghetti e vongole; lombata di tonno con tortino di melanzane, frittura di pesce e verdure secondo mercato; anche curati piatti di carne. Ogni giorno si propongono tre antipasti, che in realtà sono la variante di uno; quattro primi e tre secondi: baccalà alla ferrovia; seppie con ortaggi di stagione, in alternativa ai piselli, con carciofi, fave, cardi; pescato del giorno. Settimana per settimana si svelano varianti, per esempio il pesce azzurro. La carta dei vini è basata sui vignaioli locali, i migliori. Due piatti escluso vino 35 euro.

LA DEGOSTERIA

Menù ricchi e completi con specialità del giorno, in base alle stagioni, e un'attenta selezione di piatti tradizionali e rivisitati, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Ristoranti centro Ancona propone primi e secondi piatti a base di carne e pesce, deliziosi antipasti e contorni per tutti i gusti, oltre a dolci e dessert completamente realizzati in casa. Un'attenta selezione delle migliori materie prime con prodotti sempre genuini, freschi e tipici della zona. Il pane servito in tavola, poi, è realizzato completamente in casa utilizzando farine locali e biologiche, sempre accompagnato con olio extra vergine d'oliva, capace di esaltarne il gusto, la qualità e la sua fragranza.

Ambienti finemente arredati, in grado di riproporre uno stile unico ed originale, tipicamente italiano ed allo stesso tempo internazionale. La DegOsteria è dotata di ampie sale interne per l'accoglienza dei suoi ospiti e una splendida terrazza esterna, che la rendono il posto ideale per pranzi e cene all'aria aperta in occasione della stagione estiva. Situato in pieno centro città, nelle caratteristiche vie del centro storico, il locale è dotato di particolari e ampie vetrate che si affacciano direttamente sul porto e in grado di restituire una vista unica, condimento supplementare per pranzi e cene di classe.


DOVE DORMIRE


HOTEL FORTUNA

Situato proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Ancona, il Fortuna offre sistemazioni pulite e ariose con aria condizionata e TV a schermo piatto, il WiFi gratuito in tutte le aree e una reception aperta 24 ore su 24.

Dotato di ottimi collegamenti in autobus con il porto dei traghetti e il centro della città, l'Hotel Fortuna fornisce informazioni turistiche.

La struttura metterà a vostra disposizione una ricca colazione continentale giornaliera con uova, salumi e formaggi, ma anche un bar e un internet point con WiFi nella hall.



GRAND HOTEL PALACE

 

Il Grand Hotel Palace offre sistemazioni climatizzate e un centro fitness gratuito con attrezzature Technogym in un edificio del 18° secolo interamente coperto dal WiFi gratuito e affacciato sul porto di Ancona, che si trova a 650 metri.

Le camere sono tutte dotate di TV a schermo piatto con canali Sky, minibar, materassi Simmons®, bagno privato completamente attrezzato e vista sul porto di Ancona o sul centro storico. Le suite sono arredate a tema.

L'albergo ospita un wine bar che propone menù degustazione con specialità locali e un'ampia carta dei vini. Al mattino viene servita la colazione continentale ed è disponibile anche il servizio in camera.

L'Hotel Grand Palace dista 3 minuti a piedi dal Teatro delle Muse, 2 km dalla stazione ferroviaria e 200 metri dal capolinea degli autobus con collegamenti da/per la stazione ferroviaria e l'Aeroporto di Ancona-Falconara. 

Questa struttura si trova anche in una posizione valutata tra le migliori a Ancona! Agli ospiti piace di più rispetto a quella delle altre strutture



SEEPORT HOTEL

 

Ubicato sul lungomare di Ancona, a 15 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, il SeePort Hotel offre una terrazza, un ristorante con vista mare e la connessione WiFi gratuita in tutte le aree.

Le sistemazioni sono climatizzate e dispongono di una TV satellitare a schermo piatto e di un bagno privato con asciugacapelli e set di cortesia.

Il SeePort Hotel dista 1 km dal Duomo di Ancona e 5 minuti a piedi dal centro e dal porto dei traghetti. 



NH ANCONA

 

Situato su una collina affacciata sul porto turistico, l'NH Ancona vanta viste panoramiche sulla baia e sul centro storico della città, un ristorante e il WiFi gratuito.

Raggiungibile tramite una camminata in salita, ma anche in taxi o in auto, l'NH Ancona offre un parcheggio privato gratuito e dista 500 metri dal porto turistico e 1,5 km dalla stazione ferroviaria principale.

Alcune sistemazioni si affacciano sul porto o sul centro storico. A disposizione camere singole e matrimoniali con aria condizionata, minibar, TV satellitare e WiFi.

In loco sono presenti anche sale riunioni, di cui 1 con vista mare.

Al mattino vi attende una ricca colazione a buffet. 


Scrivi commento

Commenti: 0